venerdì 27 maggio 2016

Weekend di infiorate in giro per l'Italia: ecco le più belle



Domenica 29 maggio 2016 è la caratteristica festa cattolica del Corpus Domini; una festa festeggiata in tutta Italia dove in ogni paese è usanza che vengono realizzati dei disegni e delle opere utilizzando petali dei fiori, rami o foglie per accompagnare le processioni del Corpus Domini. Nel corso degli anni, ci sono alcune infiorate che si sono senz'altro distinte ed hanno attirato numerosi turisti per la loro bellezza; stiamo parlando delle infiorate di Spello (PG), Cusano Mutri (BN) e quelle della Ciociaria.

A Spello (PG) l'infiorata inizia la settimana prima della festa del Corpus Domini, con eventi, mostre fotografiche, mercatini, notte bianca e tante cene e banchetti con le specialità locali. Nel pomeriggio di sabato 28 maggio, i disegnatori iniziano i lavori di realizzazione delle opere sul selciato delle strade del borgo; i lavori terminano e possono essere visionati da tutti i visitatori a partire dalle 8.00 della mattina di domenica 29 maggio dove tra l'altro, una giuria di esperti valuta le opere che saranno poi premiate nel tardo pomeriggio dello stesso giorno.

A Cusano Mutri (BN) l'Infiorata” quest'anno festeggia la sua XXII edizione e vedrà importantimaestri infioratori adornare le vie, le piazze e le chiese della città con quadri realizzati con fiori e vegetali riproducenti immagini sacre, famose opere e capolavori frutto della propria creatività. L’infiorata avverrà durante la mattinata e proseguirà fino alla processione che si terrà nel pomeriggio, tra le chiese coinvolte vi saranno la Chiesa di San Giovanni Battista, dei SS. AA. Pietro e Paolo e di San Nicola. Una bella occasione per trascorre una domenica di festa ammirando speciali opere artistiche, il tutto preceduto da un sabato dedicato al disegno di strada che vedrà impegnati artisti esperti nel decorare le vie di Cusano Mutri, tra colori, figure e capolavori che da sempre riscuotono gran successo tra il pubblico. 

Anche le vie e le piazze dei borghi della Ciociaria tornano a trasformarsi in tappeti floreali rappresentanti scene della vita di Gesù e della Vergine. Tra le infiorate più importanti si annoverano quelle di Alatri (che nel 1999 ha ricevuto omologazione e registrazione dal “Guinnes dei Primati”), dell’Abbazia di Casamari (Veroli), di CervaroSora e Vico nel LazioPer tutti i visitatori la possibilità di conoscere questa tradizionale forma artistica e di apprezzare, in una spettacolare cornice di fiori, l'ospitalità dei gioiosi paesi della provincia di Frosinone.

Sempre a Frosinone, l'infiorata di Ceprano nasce nel 1988 riprendendo una tradizione antica ma interrotta per qualche anno. Realizzata prima in un breve tratto di strada grazie alla comart , diviene poi un evento promosso e curato dalla Pro Loco e ne diventa un fiore all'occhiello. Da molti anni viene realizzata nella Piazza Principale di Ceprano per un tappeto lungo circa 40 metri e largo tre. Fin dalle primissime edizioni, essa si caratterizza per alcuni tratti e particolari, i soggetti vengono realizzati non a terra, ma su uno strato di sabbia, cosa che permette di ottenere un bellissimo effetto di bassorilievo... Altra caratteristica della Infiiorata Cepranese è che vengono usati prevalentemente fiori interi (garofani). I bozzetti, che di solito si ispirano a temi religiosi e di attualità, sono disegnati da artisti, persone, gruppi ed anche bambini e poi vengono riprodotti sulla sabbia. Quando non è possibile reperire alcuni colori con i fiori, si ricorre all'uso di semi o vegetali e, solo ultimamente, a segatura colorata con colori naturali.

2 commenti:

  1. Vi siete dimenticati l'infiorata di Ceprano.L'Infiorata di Ceprano nasce nel 1988 riprendendo una tradizione antica ma interrotta per qualche anno. Realizzata prima in un breve tratto di strada grazie alla comart , diviene poi un evento promosso e curato dalla Pro Loco e ne diventa un fiore all'occhiello. Da molti anni viene realizzata nella Piazza Principale di Ceprano per un tappeto lungo circa 40 metri e largo tre. Fin dalle primissime edizioni, essa si caratterizza per alcuni tratti e particolari, i soggetti vengono realizzati non a terra, ma su uno strato di sabbia, cosa che permette di ottenere un bellissimo effetto di bassorilievo... Altra caratteristica della Infiiorata Cepranese è che vengono usati prevalentemente fiori interi (garofani). I bozzetti, che di solito si ispirano a temi religiosi e di attualità, sono disegnati da artisti, persone, gruppi ed anche bambini e poi vengono riprodotti sulla sabbia. Quando non è possibile reperire alcuni colori con i fiori, si ricorre all'uso di semi o vegetali e, solo ultimamente, a segatura colorata con colori naturali. (articolo curato da Giuliana Lombardi - Vice Presidente Pro Loco Ceprano) Vi aspettiamo a Ceprano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuliana per questa tua aggiunta, provvediamo subito ad aggiungere nell'articolo anche l'evento da te riportato. Il fatto è che le infiorate che in questi giorni avvengono in giro per l'Italia sono davvero tante e citarle tutte è pressapoco impossibile!

      Elimina