sabato 9 maggio 2015

Costa Crociere: scopriamo come funziona il soddisfatti o rimborsati

Nelle ultime settimane tutti noi abbiamo visto la nuova campagna pubblicitaria in tv, alla radio oppure sui quotidiani di Costa Crociere. Una campagna di marketing davvero nuova e rivoluzionaria che mai nessuna compagnia crocieristica ha mai offerto ai propri clienti. Si tratta della speciale offerta soddisfatti o rimborsati valida sulle prenotazioni effettuate dal 5 Aprile al 31 Maggio 2015 su crociere nel Mediterraneo, Nord Europa ed Oceano Atlantico, della durata massima di 14 giorni, in partenza dal 5 aprile 2015 ed arrivo previsto entro il 30 novembre 2015 con tariffa PrenotaSubito, miglior prezzo del giorno e Risparmia subito. L’offerta è cumulabile con Gioca d’Anticipo, sconti CostaClub e Tariffa Luna di miele. Sono escluse tariffe Light, ProntiVia/LastMinute e Roulette.

Letta cosi, l'offerta può sembrare un ottimo trucchetto per tanti furbetti che sognano di farsi una

crociera per poi chiedere il rimborso una volta sbarcati. In effetti, leggendo le condizioni dell'offerta c'è naturalmente la "fregatura" per coloro che avevano pensato alla furbata della crociera gratis. L’insoddisfazione dovrà essere comunicata al Hospitality Office/Servizio Clienti di bordo della nave entro 24 ore dall’orario di imbarco, e comunque almeno 2 (due) ore prima rispetto alla partenza prevista dal porto di scalo successivo a quello di imbarco compilando in tutte le sue parti il modello prestampato che gli verrà consegnato a bordo. Questo vuol dire che, il cliente che prenota una crociera con questa offerta, può esercitare la sua insoddisfazione solo ed esclusivamente entro il giorno successivo all'imbarco, in alternativa non avrà diritto al rimborso. A seguito dell’insoddisfazione così comunicata, il crocierista verrà sbarcato al primo scalo utile e riportato, a spese di Costa Crociere, al porto di imbarco/aeroporto di partenza. Suddetto trasferimento sarà scelto ed organizzato da Costa Crociere e potrà essere effettuato, a seconda dell’orario e del porto di sbarco, tramite volo aereo, treno o bus. Il crocierista che dovesse rifiutare il trasferimento dal porto di sbarco a quello di imbarco/aeroporto di partenza organizzato da Costa Crociere non potrà usufruire del rimborso. In pratica quindi il crocierista insoddisfatto resterà a bordo solo un giorno. 


Il rimborso, che avverrà entro 30 giorni lavorativi dal momento della comunicazione di insoddisfazione , riguarderà quanto effettivamente pagato dal Consumatore incluse tasse portuali, quota di iscrizione, quote di servizio, eventuale quota volo e/o treno ed eventuali servizi accessori acquistati ma non usufruiti. Restano escluse dal rimborso tutte le spese sostenute dal crocierista a bordo per beni e/o servizi goduti/fruiti - anche solo parzialmente - ed eventuali assicurazioni facoltative. Per saperne di più, clicca qui 

Nessun commento:

Posta un commento